SAMURAI SWORD, una recensione senza BANG!

Posted by Davide Poggiali on


Musashi medita sotto la cascata, nei giardini sotto la rocca, la sua katana affianco a lui sulla pietra coperta di muschio.
Il gong rimbomba, qualcuno è entrato nel castello e vuole uccidere il suo signore, Nobunaga.
Scatta su per le scale per raggiungere la sala del trono dove trova lo Shogun Nobunaga accerchiato da cinque figure armate, a spada tratta, comincia il combattimento!

Può essere tranquillamente l'incipit di una avvincente partita a questo divertentissimo party game.

Dall'idea di Emiliano Sciarra, gia creatore del notissimo BANG! da cui Samurai Sword eredita molte regole, il gioco simula con le carte uno scontro tra Samurai e Ninja nel Giappone medievale dove i Samurai cercano in ogni modo di proteggere il loro signore, lo Shogun, mentre i Ninja provano a sconfiggerlo.
In mezzo a tutto ciò c'è anche il Ronin (o "L'infamone" come a me piace chiamarlo) che essendo disgraziato fa squadra da solo e trionfa solo se sconfigge tutti gli altri (e ciò lo rende di gran lunga il ruolo più soddisfacente da interpretare).

(Altro personaggio, altra storia lo so, LO SO, ma insomma eh?!? AVETE CAPITO).


Giocare è molto semplice ed intuitivo, il gioco è adatto anche ai più piccoli e diverte a tutti i livelli di abilità, giocatori più esperti si divertiranno a creare strategie nuove e fantasiose mentre chi è alle prime armi troverà sicuramente divertente il rimanere un po' spaesato dalle mosse degli avversari.
Giocando da tre a sette giocatori ( fino a otto se si possiede anche l'espansione Rising Sun) il gioco cambia ogni volta e continua a divertire anche dopo più partite in successione.

Le meccaniche di gioco permettono di cambiare le carte in tavola ogni volta, ogni personaggio ha un'abilità speciale e unica e lo stesso personaggio in ruoli diversi può cambiare radicalmente il modo di giocare, buona fortuna ai Ninja se lo Shogun è Chiyome.

 

Inoltre, visto che solo lo Shogun gioca col ruolo scoperto nessuno sa a inizio partita chi sia chi, è molto facile che suddetto Shogun inizi a prendere a mazzate un suo aiutante senza saperlo e qualunque protesta da parte di quest ultimo potrebbe benissimo esser scambiata come una bugia.
Incredibilmente però, può essere anche sensato attaccare chi sappiamo essere nostri alleati, se non altro per sviare gli altri giocatori oppure sconfiggere chi è indebolito per fare punti e proteggerlo fino al suo prossimo turno, visto che chi viene sconfitto dona uno dei suo punti all'aggressore e rimane invulnerabile fino all'inizio del suo turno successivo.

Ok ok, ho fatto un po' di confusione, ma è più facile farlo che dirlo.

 

In conclusione il mio consiglio è di provare questo gioco, che siate in pochi o in tanti è sempre validissimo per passare una bella serata e anche se doveste giocare in due è possibile trovare sul sito della casa editrice il regolamento per l'uno contro uno (ideato per concludere i tornei a squadre).

Mi raccomando, affettatevi con cautela e arrivederci a presto!


Share this post



← Older Post


  • Amoxicillin Online[/url] Buy Amoxicillin Online Without Prescription cjj.hzxf.nerdempire.it.zra.wc http://mewkid.net/when-is-xuxlya/
    ejinebonex on

Leave a comment